VANTAGGI E PROSPETTIVE DELLA PIETRA LECCESE

A parte la tradizione locale, la posa di un lastricato in Pietra di Cursi, comporta alcuni vantaggi tra cui:

– praticabilità e uso della copertura.

– traspirazione al vapore acqueo dei solai inferiori.

– scarsa dilatazione della pavimentazione rispetto a pavimentazioni rigide come gres, ceramica, ecc.

– minore temperatura del piano di calpestio rispetto ad altri materiali come gres o ceramica.

leggi tutto

LA CURA DELLA PIETRA LECCESE

Un buon lastricato non ha bisogno di particolari manutenzione. Ha solo bisogno di ispezioni periodiche come una qualunque copertura solare. Se il fabbricato non presenterà dilatazioni o cedimenti che possano portare allo sgiuntamento locale (lungo caratteristici allineamenti) il lastricato conserverà nel tempo tutta la capacità impermeabile originaria. La formazione di colonie di licheni consolida la superficie esposta, confermando che lo strato superficiale esterno non viene assolutamente eroso e si sta conservando integro nel tempo.

leggi tutto

LA POSA DELLA PIETRA LECCESE

La posa del lastricato prevede uno studio preliminare delle vie di scolo. Nel passato, l’acqua piovana delle coperture era raccolta in ampie cisterne prevedendo dei bypass manuali per separare le acque di primo lavaggio, da quelle pulite e poi da quelle successive che si evitava di miscelare alle acque già chiarificate. Lo scorrimento alle tubazioni verticali di scolo era assicurato oltre che dalla posa a pendenza delle lastre anche dalla possibile imposta più alta delle volte più a monte.

leggi tutto

EVOLUZIONE STORICA DELLA PIETRA LECCESE

La tecnica del rivestimento delle coperture solari con lastre di pietra leccese è relativamente recente e viene introdotta nell’edilizia salentina con la disponibilità di leganti idonei alla sigillatura dei giunti (chiamenti) che la tecnica richiede.

leggi tutto

LE COPERTURE IN PIETRA LECCESE

La tecnica della copertura praticabile piana nel Salento è legata alla disponibilità in loco della notissima pietra leccese (Pietra di Cursi) affiorante su estesi bacini, in particolare nel territorio del capoluogo leccese e nei territori intorno al centro di Cursi da cui prende il nome in Mineralogia.

leggi tutto

Pagine