LA PIETRA LECCESE

La pietra leccese (il leccisu in dialetto salentino, detta anche pietra gentile) è, dal punto di vista chimico, una roccia calcarea appartenente al gruppo delle calcareniti e risalente al periodo miocenico, tipica della regione salentina e nota soprattutto per la sua plasmabilità e facilità di lavorazione.

leggi tutto

CARPARO E PIETRA LECCESE

Il Carparo, genericamente definito "tufo" è una pietra derivante dalla cementazione di sedimenti di roccia calcarea, generalmente in ambiente marino. Secondo la qualità e la Le cave nel Salento di pietra leccese dimensione dei grani elementari, della qualità del legante naturale (calcite) e della porosità finale, la pietra leccese assume diversi aspetti esterni e differenti capacità geotecniche. Nei luoghi di affioramento la pietra di Cursi può presentare caratteristiche omogenee tali da dare inizio ad un'attività estrattiva per l'impiego in edilizia.

leggi tutto

LA PIETRA LECCESE E I MAESTRI SCALPELLINI

In Salento, terra non solo famosa per il mare, ha particolare risalto la pietra che è uno dei materiali maggiormente utilizzati nell’edilizia sin da tempi antichissimi. Ma non si tratta di una semplice pietra, bensì della cosiddetta Pietra Leccese (Leccisu per i salentini), una pietra calcarea molto duttile e con peculiarità eccezionali: all’estrazione è piuttosto morbida e semplice da lavorare, col passare del tempo, esposta all’aria, si indurisce favorendo così la durata nel tempo.

leggi tutto

SERRE DELLE ARTI - VISITE AI GIARDINI DI PIETRA

La nostra azienda Ecade, giovane e dinamica nella mente che si avvale di oltre 30 anni di esperienza nella lavorazione della pietra leccese, accoglie per l’ultimo appuntamento della Rassegna itinerante di parole, musica e canti in cammino nel Parco delle Cave, le Visite ai Giardini di Pietra. In apertura di serata l’attore Renato Grilli presenta le scritture di “Canti di pietre”.

A seguire il Fondo Verri presenta “La cultura dei Tao” di Antonio L. Verri.

leggi tutto

FASI DI ESTRAZIONE DELLA PIETRA LECCESE

L’estrazione della pietra leccese dalle cave a cielo aperto, avviene seguendo delle fasi ben distinte, che richiedono l’ausilio di specifici macchinari idonei ad intagliare i blocchi quanto più precisamente possibile.

La prima fase consiste nel decespugliamento, ovvero, nel rimuovere il terreno vegetale, compresi alberi ed arbusti, sino allo strato di roccia madre, con l’ausilio di escavatori a pale meccaniche gommate e cingolate.

leggi tutto

Pagine