LE COPERTURE IN PIETRA LECCESE

La tecnica della copertura praticabile piana nel Salento è legata alla disponibilità in loco della notissima pietra leccese (Pietra di Cursi) affiorante su estesi bacini, in particolare nel territorio del capoluogo leccese e nei territori intorno al centro di Cursi da cui prende il nome in Mineralogia.

leggi tutto

COSTRUIRE CON LA PIETRA LECCESE

La pietra leccese senza ombra di dubbio è il materiale da costruzione che meglio esprime le modificazioni dell'abitare, sia quando viene utilizzata per la realizzazione di spazi ed edifici urbani, sia quando viene utilizzata per la sistemazione del paesaggio e di aree a verde. Il materiale lapideo stabilisce con le forme del progetto una relazione strettissima tra elementi della costruzione ed immagine complessiva dell'opera architettonica.

leggi tutto

I TERRITORI DELLE CAVE

La Puglia risulta essere tra le più importanti regioni italiane per la quantità di materiali lapidei che vi si estraggono.

I marmi e le pietre di Puglia provengono fondamentalmente da rocce calcaree presenti in maniera diffusa su tutto il territorio regionale. La fortuna ed il pregio di questa risorsa naturale, per la quale la Puglia ha progressivamente conquistato una posizione di prestigio nel mercato nazionale ed internazionale, è dovuta principalmente alla cosituzione geo-litologica del territorio, interamente formato da materiale sedimentario.

leggi tutto

LE VOLTE IN PIETRA LECCESE

Solida e duratura: questi i pregi della pietra leccese, il materiale che ben si è adattato alla competenza costruttiva dei romani per realizzare le coperture dei soffitti con la tecnica della volta. Questa roccia sedimentaria, tagliata e squadrata, è stata impiegata nella realizzazione delle volte, dapprima semplici, “a botte”, e poi, man mano che avanzavano le competenze tecnologiche e si affermava l’uso del calcestruzzo, in forme sempre più complesse, come le volte a stella, che ancora oggi rappresentano un aspetto caratteristico di molti edifici d’epoca.

leggi tutto

L'IMPORTANZA DEL TRATTAMENTO

La pietra leccese dal momento in cui viene messa in opera subisce un continuo ed inesorabile processo di degrado.

I tempi e i modi di questo degrado si sono accentuati negli ultimi 70-80 anni, sia per l’aggravarsi dei fenomeni di inquinamento, sia per l’evoluzione dei processi produttivi industriali.

Il degrado è dovuto ad un insieme di reazioni chimico-fisiche e meccaniche provocate da agenti esterni, rappresentati principalmente dal complesso climatico, e da fattori interni, quali la tessitura e la struttura del materiale.

leggi tutto

Pagine